lunedì 20 febbraio 2017

Sorprendimi giorno,
Hanno messo paura
Alla fioca luce pulsata 
Dalle scintille della notte,
E la curiosità 
Si avventa
Alla ricerca del vantaggio 
Di un sole roco,
Assaggia i discorsi uguali,
Allarga le tende 
Terse di candido tempo,
Immergi di luce
I pensieri che sono già fuori,
Via dalla rabbia,
Dalla cupidigia,
Dalle barbarie all' innocenza,
Via dai sospiri della fatica,
Dai pianti,
Dalla possenza dell'ipocrisia,
Dalle anime corrotte,
Dalla esigua meschinità,
Lì dove tu arrivi puro
A baciare le prime trepide lucertole
Sotterra la saggezza dei popoli,
Reclama nuovi poeti
Dalle urne,
Che possano assalire
In un afflato
Il coraggio inerme,
Dura un giorno
L'esistenza.



venerdì 3 febbraio 2017

Ore

Non so perché accade
Ma mi rigenero 
Nel movimento leggero dell'acqua,
In un obliquo giro di ali,
Una striscia bianca di nube,
Mi rallegro 
Nell'aria fresca della sera, 
In un sospiro di vento, 
Nel silenzio in cui sboccia
Una nuova gemma, 
Nel calore delle tue mani,
Nel momento in cui
Qualcosa mi passa accanto
senza disturbare, 
In te
getto di una bozza 
Armonia di carezze
Tra campi di maggese.

S.C.

martedì 3 gennaio 2017

I giganti



Sai dove vivono i giganti?
In quel mondo di fiaba
Tetto di ogni bambino.
Gli occhi,
due fari dalle cime delle montagne,
Scorgono casette
Come lampioncini,
Lì' si appoggiano
Per spiare i nuovi sogni
Che vengono fuori dai camini,
Li afferrano,
E a passi lunghi
Per non sfiorare i tetti,
Li portano ovunque,
Sulle isole incantate,
I galeoni dei pirati,
Nei parchi ai pesci rossi,
E dappertutto
Soffiano per venti di pace
Zefiri leggeri,
Per i canti dei giochi,
Delle albe nuove,
E tutti si aggrappano
Per trovarsi lassù in cima
E guardare le stelle da vicino,
Fare la veglia a un amico lontano,
Dare un sussulto alla felicità
Con un falò
Per ogni pianeta
E in mezzo all' universo,
Per un incantesimo fino alla notte dei tempi,
affinché nessuno
Possa mai spezzare
Per malvagità
La vita di nessun altro.








domenica 25 dicembre 2016

Mare d' alabastro

Mare tenero
D'alabastro.
Rimango a pensarti assorta.
Vedo le chiglie variopinte,
I passaggi segreti,
Le strade di corsa
Per immergermi nella parte
Più nascosta,
Tra lo scorrere
Delle dita affusolate abbronzate,
Il crepitio dei sassi,
E in quell' immenso 
Impalpabile 
Dionisiaco
Il blu,
In cui gettarsi nel gioco 
Del vuoto celeste,
Nel respiro della quiete 
Delle chimere di luce,
Nel sonno accogliente,
In quei riflessi di raggi di sole
Sull'acqua,
Dove tutto il bene
Ha sciolto 
Tutta la forza delle sue ragioni 
 Che ancora oggi sono
La conseguenza
Della tua genialità.

giovedì 24 novembre 2016

Abbracci

Albe, tramonti
Su stele d'autunno,
Foglie spalmate su grigi selciati
E altre vibranti d'organza
Su scheletri dormienti,
Malmesso sonno
Quello degli abbracci
Degli inverni tiepidi e teneri
Combinati con cristalli 
Di fiammelle trepide.


lunedì 15 agosto 2016

Invisibili

Mi leverò 
Per cogliere l'ebbrezza
Mossa dal vento delle ali,
A mezza altezza
Vorrò planare,
Ne' troppo in alto, ne' in basso
Il mio volo
Somiglierà a qualcuno,
Eppure solo linee informi
Circonderanno il
Tuo viso,
Invisibili alla terra,
Al cielo e al mare, 
Perché saranno lì'
Per contenere le
Mie carezze,
I miei baci sparsi
Per l'universo.
Un diadema etereo
Io che ti
Cerco
E nel vederti
Catturo l'anima.


giovedì 11 agosto 2016

Fogli bianchi (2)

Sono ovunque
Come oggetti d'amore
Quei fogli Bianchi sparsi,
Dove decido
Che un universo corrotto
Ancora non entra,
Dove posso 
Sorridere 
E sentirli buffi,
In giro per la vita,
Presi dal vago,
Guadagnati senza crimini
Nei passaggi
Incrociati con l'anima.
Li lascio guardandoli 
Attraverso nuove tracce,
Sospesi attraverso
Schermate di vetro 
Tra gocce di brina,
Puliti e immacolati,
Sfiorano quel preciso
Istante
In cui 
Riflettono un nuovo sogno.

Cerca nel blog